Pompei Ercolano e gli altri siti vesuviani

Vicino alla città di Napoli si trovano alcuni dei parchi archeologici più belli e noti d’Italia e del mondo: parliamo delle antiche città di Pompei ed Ercolano, ma anche dei più piccoli siti di Oplontis e Stabiae.

All’ombra del Vesuvio, potrete ammirare le meraviglie delle città sepolte dall’imponente eruzione del 79 d.c.  i cui affreschi e sculture sono oggi conservati in gran parte presso il Museo Archeologico Nazionale di Napoli. Città che proprio il depositarsi di lava e cenere ha permesso di conservare nel tempo.

tour pompei ercolano

Tour di Pompei, Ercolano e Vesuvio con partenza da Napoli. Scopri di più>>

Gli scavi di Ercolano

Partendo da Napoli, a soli 15 km dalla città, il primo sito archeologico che si incontra è quello di Ercolano.

La città di Ercolano si trova in prossimità del Vesuvio e, proprio per questo motivo, venne interamente seppellita dalla lava che fuoriuscì dal vulcano.

Ercolano fu rinvenuta fortuitamente nel 1709 quando, durante i lavori per la costruzione di un pozzo, furono scoperti i resti di un teatro romano. Trent’anni dopo re Carlo III di Borbone intraprese gli scavi che portarono alla luce l’intero centro.

Sono numerosissimi gli edifici ancora oggi visitabili presso Ercolano, un sito di rara bellezza. Potrete ammirare le terme del foro, di epoca giulio-claudia, la casa degli Augustali, con le pareti affrescate in quarto stile e scandite da semicolonne con capitelli ionici, la palestra e altri meravigliosi edifici pubblici e privati.

Puoi acquistare i biglietti per Ercolano online su Tiqets.

L’antica città di Pompei

Non molto distante da Napoli troviamo una delle meraviglie d’Italia, tra i più celebri parchi archeologici al mondo, Pompei!

I primi scavi a Pompei furono eseguiti nel XVIII secolo, per volere di Carlo III di Borbone e, nonostante non seguissero metodi scientifici, portarono alla luce le prime ville. Da questo momento in poi gli scavi nella zona proseguirono quasi ininterrottamente, sull’entusiasmo dei vari re per la cosiddetta “archeologia dei tesori”.

Pompei è un sito unico al mondo, una vera e propria città che ha resistito al tempo, salvata, paradossalmente, da un’eruzione vulcanica. Il sito è estremamente esteso e occorre prendersi un tempo per visitarla al meglio.

Potrete ammirare i maestosi edifici pubblici come la basilica, dove si svolgevano moltissime attività pubbliche, il foro con i suoi quattro templi, il macellum, il mercato della carne e del pesce, edificio tipico delle città ellenistiche e romane e poi le splendide terme, il teatro, l’anfiteatro, la palestra.

Ma se gli edifici pubblici vi lasceranno a bocca aperta, altrettanto accadrà con gli edifici privati di Pompei, splendide ville romane affrescate e ricche di suggestioni e storie. Dalla Casa del Fauno alla Villa dei Misteri, dalla casa del poeta tragico all’orto dei fuggiaschi, con le riproduzioni in gesso dei corpi delle 13 vittime che qui trovarono la morte in fuga dall’eruzione.

Pompei è una vera città ferma nel tempo con le sue case private, le aree pubbliche, le imponenti vie, le tabernae. Un luogo unico al mondo che vi rapirà e vi porterà indietro nel tempo, in un’esperienza davvero da non perdere!

Ma se Pompei ed Ercolano sono le punte di diamante di quest’area, non sono da trascurare gli altri due siti vesuviani minori.

Puoi acquistare i biglietti per Pompei online su Tiqets.

Gli scavi di Stabiae

Poco distante da Ercolano è possibile, infatti, raggiungere Stabiae. Non sappiamo quale fosse il sito preciso ove sorgeva l’antica città di Stabiae, sappiamo che era un luogo di villeggiatura e fu l’unico dei centri vesuviani ad essere ricostruito nel tempo.

Nella parte fortificata della città sono riconoscibili il foro e alcuni gli edifici pubblici, tra cui i resti di un tempio con alto podio, delle tabernae e abitazioni private di diverso tipo, da quelle più semplici alle grandi e lussuose ville dell’otium. Stabiae è famosa soprattutto per queste ville, fonte di mosaici e affreschi, in parte visibili nelle ville, in parte conservati al museo archeologico di Napoli.

Le due ville maggiori, sono la villa Arianna e villa san Marco.  Dalla villa Arianna provengono alcuni degli affreschi in stile pompeiano più famosi, come la Flora e la venditrice di amorini.

Gli scavi di Oplontis

Subito dopo Stabiae, troviamo gli scavi di Oplontis, generalmente considerati come una sorta di distaccamento degli scavi di Pompei, questo a causa della loro modesta dimensione rispetto al sito pompeiano.

Gli scavi si trovano all’interno della cittadina di Torre Annunziata.

I primi scavi sistematici in questa zona sono iniziati negli anni ’60 del secolo scorso, scavi grazie ai quali è stata portata alla luce la villa di Poppea e, successivamente, la Villa di Lucius Crassius Tertius.

Molto celebri sono le terme del console Marco Crasso Frugim risalenti al 64 d.C., quindici anni prima dell’eruzione del Vesuvio e anno del grande incendio di Roma.

All’epoca le terme di Oplontis erano sicuramente motivo di vanto per la popolazione locale.

Come visitare Pompei ed Ercolano e gli altri visi vesuviani

Orari

Scavi di Pompei

  • dal 1 aprile al 31 ottobre: aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00. Ultimo ingresso 17.30
  • dal 1 novembre al 31 marzo: aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 17.00. Ultimo ingresso 15.30

Parco archeologico di Ercolano

  • dal 16 marzo al 14 ottobre: aperto tutti i giorni dalle 8.30 alle 19.30. Ultimo ingresso 18.00
  • dal 15 ottobre al 15 marzo: aperto tutti i giorni dalle 8.30 alle 17.00. Ultimo ingresso 15.30

Scavi di Stabiae – Villa Arianna e Villa San Marco

  • dal 1 aprile al 31 ottobre: aperto dalle 9.00 alle 19.00. Ultimo ingresso 18.00. Chiuso il martedì.
  • dal 1 novembre al 31 marzo: aperto dalle 9.00 alle 17.00. Ultimo ingresso 18.00. Chiuso il martedì.

Importante: villa Arianna chiusa dall’11 aprile 2023 fino a nuova comunicazione.

Villa di Poppea a Oplontis

  • dal 1 aprile al 31 ottobre: aperto dalle 9.00 alle 19.00. Ultimo ingresso 18.00. Chiuso il martedì.
  • dal 1 novembre al 31 marzo: aperto dalle 9.00 alle 17.00. Ultimo ingresso 18.00. Chiuso il martedì.

Biglietti

Parco archeologico di Ercolano

I biglietti sono acquistabili al costo di € 13,00 in loco e online su Ticketone.

Biglietto ridotto per giovani tra i 18 e 25 anni non compiuti biglietto 2€ (+ € 1,50 prevendita); gratuità e riduzioni come da normativa (necessaria sempre la prenotazione. Il costo di  prevendita di € 1,50 non si applica sulle gratuità). Ercolano rientra anche nel circuito Artecard Campania, con sconti su ingressi multipli e trasporti pubblici. Assolutamente da valutare se hai intenzione di visitare diversi musei o monumenti della regione.

Puoi anche prenotare una visita guidata a Ercolano con un archel biglietto di ingresso icluso su Tiqets.

Parco archeologico di Pompei

I biglietti sono acquistabili al costo di € 19,00 in loco e online su Ticketone.

Biglietto ridotto 2€. Ercolano rientra anche nel circuito Artecard Campania, con sconti su ingressi multipli e trasporti pubblici. Assolutamente da valutare se hai intenzione di visitare diversi musei o monumenti della regione.

E’ anche possibile acquistare la card di abbonamento annuale My Pompeii per visitare gli scavi tutto l’anno.

Puoi anche prenotare una visita guidata al parco archeologico con biglietto di ingresso icluso su Tiqets.

Villa di Poppea a Oplontis

Biglietto intero: 6€

Scavi di Stabiae

Ingresso gratuito.

Pompei ed Ercolano: tour da Napoli

Vi riportiamo alcune proposte di escursione da un giorno dalla città di Napoli ai parchi archeologici di Pompei ed Ercolano, con visita guidata e biglietto salta coda.

Come raggiungere Pompei ed Ercolano e gli altri siti vesuviani

Tutti i siti archeologici dell’area vesuviana sono raggiungibili comodamente in treno con la circumvesuviana oppure si possono raggiungere in auto.

Da considerare anche i tour di un giorno che, in un pacchetto all inclusive, vi portano da Napoli ai parchi archeologici con biglietti e visite guidate.