Galleria Borbonica

La Galleria Borbonica è una cavità sotterranea che si trova nel quartiere San Ferdinando. Affascinante attrazione turistica situata nel cuore di Napoli, questa galleria sotterranea è un vero e proprio labirinto di tunnel e cunicoli che si estende sotto il centro storico della città.

tour galleria borbonica

Biglietto e visita guidata della Galleria Borbonica. Scopri di più>>

Storia della Galleria Borbonica

Si tratta di un percorso militare voluto da Re Ferdinando II di Borbone che lo commissionò a Enrico Alvino, nel 1853, per unire il Largo di Palazzo (oggi Piazza del Plebiscito) con Piazza Vittoria, passando sotto la collina di Pizzofalcone. Fu originariamente concepita come un sistema di gallerie stradali sotterranee per alleviare la congestione del traffico nel centro di Napoli ed era una via di fuga per il re in caso di sommosse popolari o attacchi nemici.

La galleria fu abbandonata dopo l’Unità d’Italia e poi usata come riparo antiaereo e magazzino di armi e munizioni durante la Seconda guerra mondiale. Durante il periodo della dittatura di Benito Mussolini, fu anche utilizzata come deposito per le opere d’arte provenienti dai musei cittadini per proteggerle dai bombardamenti. Nel dopoguerra, la galleria fu trasformata in discarica e dimenticata fino al 2005, quando un gruppo di speleologi ne iniziò la pulizia e il processo di valorizzazione.

La Galleria Borbonica è stata riperta al pubblico nel 2010 e oggi è visitabile con diverse modalità di visite guidate, che consentono di conoscere la storia, i misteri e i tanti aneddoti legati a questo luogo suggestivo e nascosto.

I reperti storici della Seconda Guerra Mondiale

Tra i reperti storici della seconda guerra mondiale e del dopoguerra presenti nella Galleria Borbonica, si possono ammirare:

•  Veicoli e motoveicoli degli anni ’40, ’50 e ’60, tra cui una Fiat 500 Topolino, una Fiat 1100, una Vespa, una Lambretta e una Moto Guzzi.

•  Statue in marmo e bronzo provenienti da ville e palazzi della zona, tra queste troviamo una statua di Ferdinando II di Borbone, una di Giuseppe Garibaldi e una di Vittorio Emanuele II.

•  Residuati bellici come bombe, granate, caschi, armi, munizioni, divise e documenti militari.

•  Oggetti quotidiani usati dai civili che si rifugiavano nella galleria durante i bombardamenti, come stufe, pentole, materassi, giocattoli, biciclette e radio

Come visitare la Galleria Borbonica

Orari

La galleria è aperta venerdì, sabato e domenica dalle 10.00 alle 17.30. Prenotazione obbligatoria.

Biglietti

Il costo del biglietto intero varia da 11€ a 16€ a seconda del percorso scelto. Previste riduzioni per disabili, forze dell’ordine e bambini. Non è possibile visitare la galleria in autonomia, ma solo con visita guidata.

Visite guidate

La Galleria Borbornica può essere visitata solo con visita guidata. Puoi acquistare biglietto con visita guidata su Get Your guide, oppure consultare il sito ufficiale che offre diversi percorsi di visita in più lingue.

Come raggiungere la Galleria Borbonica

La galleria ha tre ingressi possibili: Vico del Grottone, 4 vicino a Piazza del Plebiscito; Via Morelli, 61 presso il parcheggio Morelli e Via Monte di Dio, 14 presso il Palazzo Serra di Cassano.

Per raggiungere la galleria si possono usare i mezzi pubblici, come la linea 1 della metropolitana (fermata Toledo) o la linea 2 (fermata Piazza Amedeo), e poi proseguire a piedi.